Les plus beaux Villages de France … Itinerario insolito

Les plus beaux Villages de France … Itinerario insolito

Questa volta è stata una bellissima idea di Elisa …

Siamo andati a visitare Les plus beaux Village de France

Siamo partiti con volo su Bordeaux, compagnia Easy jet. Poi abbiamo noleggiato un auto. Piccolo appunto pratico … Stavolta è convenuto noleggiare l’auto contestualmente al biglietto aereo, usufruendo di una tariffa Easy jet scontata.

L’itinerario che avevamo preparato è stato giornalmente rivisto per venire incontro alle esigenze del piccolo principe che viaggia con noi. Abbiamo dovuto modificare le tappe infatti adeguandoci agli orari dei pasti, dei pisolini e delle pupú.

Riportiamo la cartina con i posti visti così per avere un’idea della zona:

Francia Borghi
Les plus beaux Village de France – Itinerario

Indicativamente la tappe sonoi state così:

Tolosa
Albi – Cordes sur ciel
Saint cirque lapopie – Cahors – Carennac
Loubressac – Autoire – Rocamadour – Chateau de Castelnau
Domme – La Roque-Gageac
Sarlat la caneda – Limeuil
Fanlac – Saint Leon sur verzere – Saint-Emilion

È un tour in cui le tappe sono assolutamente modificabili.

Oltre ai borghi segnalati dal sito Les plus beaux villages de France, che ci ha fatto da main guide, abbiamo visto altri posti come Tolosa e Sarlat

Sarlat è più grande dei classici borghi ma molto molto carina …E’ una cittadina medievale con un centro pieno di stradine che offrono scorci particolari.

Tolosa è una città piuttosto grande con 450.000 abitanti circa. E’ da visitare ma non è fondamentale se si è alla ricerca di posti che abbiano un centro città più raccolto. Visitandola abbiamo però mangiato degli ottimi biscotti, visto la sua bellissima cattedrale (monumento storico di Francia) e scoperto cosa è il Canal du Midi che, a esser sinceri, non avevamo mai sentito nominare. Beh questo canale è patrimonio UNESCO, è lungo circa 300 km e ha oltre 100 chiuse … I dati non li sappiamo precisi perché lo stiamo ancora studiando (come capita spesso ognuno dice la sua e le varie fonti on line non sempre concordano). Collega Tolosa al porto di Sète nel Mar Mediterraneo. Lo riteniamo un’ottima idea per uno dei prossimi viaggi in Francia. Inoltre il canale si collega al Canal de Garonne che arriva fino a Bordeaux … Quindi un percorso fluviale unico. Da fare …

Il Canal du Midi sarà un percorso da valutare per un viaggio futuro

Rocamadour è principalmente una meta di pellegrinaggio oltre ad essere un villaggio pittoresco. E’ famosa per il santuario della Madonna Nera. Ci si arriva facendo un po’ di scalini. E’ molto suggestivo perché incastonato tutto nella roccia. Si parcheggia l’auto ai piedi di questo roccione e si sale. Prima si trova il borgo, una strada di case caratteristiche che vendono souvenir e gelati, poi si sale per visitare i santuari.

Saint Emilion è stata una scelta obbligata prima di passare l’ultima notte a Bordeaux e poi tornare a casa. E’ anche questo un villaggio patrimonio dell’umanità ed è sicuramente noto a chi è appassionato di vino. Esiste infatti un vino che ne porta il nome. Questo vino è molto buono e molto famoso … E pure molto caro. Rispetto ad altri borghi qua si nota subito che è una meta turistica più nota, abbiamo trovato confusione nonostante fossimo fuori stagione e i prezzi più alti. Va visitato comunque … Bellissimo! Ci rendiamo conto che lo abbiamo detto per tutto però se è così cosa ci possiamo fare??? Abbiamo girato abbastanza ma a causa del maltempo non abbiamo visto la chiesa monolitica che sta sotto il mega campanile che domina la città. Ci dobbiamo tornare perché è la chiesa monolitica più grande d’Europa! Speriamo di trovarla aperta la prossima volta.

Alcuni borghi erano deserti, sembravano città fantasma

È stato bellissimo vedere come sono questi piccoli villaggi senza molti turisti. Crediamo infatti che in alta stagione ci sia molta gente che frequenta questi luoghi perché ci sono parcheggi a pagamento, ristoranti e negozi di souvenir ovunque. Nel periodo in cui abbiamo viaggiato noi, cioè inizio ottobre, spesso abbiamo trovato ristoranti e bar chiusi con qualche difficoltà nel trovare un posto dove mangiare… Ma è andata meglio così.

Ogni borgo che abbiamo visto ha i suoi parcheggi fuori dal centro. Sono tutti a pagamento, dai 2 ai 4 euro/giorno. Alcuni chiedono tariffa oraria … Dipende da quanto famosi sono! In ogni parcheggio c’è il bagno gratuito e pulito.

Stiamo cercando una guida fatta bene per questi posti. Appena la troviamo modifichiamo l’articolo aggiungendone il nome. Se qualcuno la conosce ce la segnali pure.

Foto

Comments are closed.